Ravnica's Nights

Il Primo Atto

Tutto inizia in una notte (non buia e tempestosa, a dire il vero: anzi). Magdalein, Pamela, Richard e Viktor Von Marox tornano, dopo svariati anni, alla tenuta della Baronìa: il motivo non è svago, bensì il funerale del Padre, Viktor Von Marox Sr. Trovato soffocato nel letto un paio di giorni prima, il delitto è stato imputato al cosìddetto Strangolatore di Ravnica; ma, come sempre, non c’è uno straccio di prova, e nemmeno mezzi magici riescono a rintracciarlo.

Terminata la cerimonia, il gruppo accenna a disperdersi per la magione, quando un rumore li attira all’esterno: affrettatisi alla tomba ancora fresca, la trovano profanata da una bestia, apparentemente un troll, intento a frugare nella bara, mentre due soldati fanno da vedetta. Dopo un breve confronto, nel quale la creatura sembra se non indistruttibile almeno dannatamente robusta, questa fugge, ma non dopo aver strappato un braccio dal cadavere di Viktor Sr; rimangono sul terreno le due guardie, i cui corpi però si disfano immediatamente in un cumulo di argilla. Si riseppellisce il corpo e, una volta ripresisi dalla battaglia, la madre legge il testamento. Questo, riassumendo, lascia ai figli la gestione delle avventure economiche e del mestiere, nonchè un’aeronave che andrà però riparata con i guadagni stessi del mestiere; la madre porge loro una missione, recentemente giunta, che chiede l’intervento immediato per proteggere il cantiere di un nuovo tempio. Viktor, ritenuto morto, viene smascherato da Meg; si scopre la sua storia, ed il suo nuovo aspetto. Il gruppo, per la prima volta totalmente ricomposto dopo quasi vent’anni, si avvia a partire per la grande città.

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.